Si inizia finalmente ad intravedere la luce alla fine del tunnel e siamo pronti a riaprire in maniera definitiva il nostro studio e a prenderci cura dei nostri pazienti.

Non si può però negare che quello che è successo ci abbia segnato tutti nel profondo perché non è stato semplicemente qualcosa che abbiamo letto sui giornali, sui social o vissuto attraverso i telegiornali ma bensì è stato un evento che ha sconvolto in pieno le nostre vite e ci ha obbligato per tante settimane a una vita di reclusione.

Va però anche detto che questo periodo è stato un’ incredibile opportunità di crescita grazie alla notevole offerta formativa che tramite il web ci è stata fornita con una vera e propria gara di solidarietà digitale che ci ha permesso di investire tanto tempo nella formazione e di dedicarci a studiare come migliorare le nostre pratiche cliniche e soprattutto come incrementare gli standard di sicurezza dei nostri studi.

Se questo virus un giorno sparirà ci avrà comunque lasciato in eredità una maggiore consapevolezza di quali sono le procedure e le tecniche per rendere le nostre pratiche quotidiane quanto più sicure per i pazienti e per tutto il nostro staff.

Insomma siamo pronti a riaprire ma certamente non vogliamo fare finta che niente sia accaduto.

 

La ripresa dell’attività quotidiana sarà comunque caratterizzata per un periodo di tempo non prevedibile da una serie di procedure e regole con le quali possiamo garantire un flusso di lavoro in un ambiente sicuro per i pazienti e per gli operatori.

  • Il flusso dei pazienti e quindi la programmazione dell’agenda verrà modulato in modo da  avere un numero di pazienti in studio tale da poter garantire le distanze di sicurezza. In realtà in questa prima fase abbiamo deciso di limitare l’ingresso alla nostra struttura di un paziente alla volta, con al massimo un accompagnatore. Dilatando i tempi dei singoli appuntamenti abbiamo la possibilità di sanificare con accuratezza non solo le stanze operative ma anche i luoghi comuni come la sala d’attesa e i bagni garantendo un ambiente pulito e sicuro.
  • Per ogni paziente verrà seguito un protocollo di profilassi che prevede:
  • compilazione di un questionario per evidenziare soggetti a rischio ( un primo triage viene eseguito telefonicamente )
  • misurazione temperatura corporea
  • lavaggio delle mani con gel disinfettante
  • applicazione di copriscarpe prima di accedere alla zona operativa
  • applicazione di cuffietta monouso
  • gli oggetti personali del paziente devono essere lasciati in una stanza appositamente adibita o inseriti in una busta da noi fornita
  • una volta seduto in poltrona prima dell’inizio delle terapie verrà fatto fare uno sciacquo con acqua ossigenata e poi con collutorio a base di clorexedina 0.20
  • Sugli strumenti del riunito come il trapano, la siringa, le maniglie della lampada, gli aspiratori…. vengono applicate protezioni monopazienti .
  • Le unità operative sono state riorganizzate in modo da avere superfici di lavoro libere da qualsiasi macchinario o oggetto. Questo permette di sanificare facilmente tutte le superfici della poltrona ma anche dei mobili presenti in stanza.
  • Tutti gli strumenti utilizzati sono sterilizzati e imbustati per evitarne la contaminazione.
  • Per aumentare ulteriormente gli standard igienici le unità operative sono state dotate di purificatori d’aria con filtri EBA che che catturano tutti gli inquinanti presenti nell’aria con dimensioni fino a 0.3 micron.

Oltre alle misure sui pazienti anche il nostro staff sarà tenuto a seguire una serie di procedure igieniche e di vestizione che permetteranno di lavorare in un ambiente sicuro.

Molte di queste procedure sono sempre state eseguite nel nostro studio perché sin dall’inizio abbiamo avuto elevati standard di igiene e il coronavirus è stato semplicemente uno spunto per incrementarli ulteriormente.

 

Siamo sicuri che la situazione migliorerà nei prossimi mesi e questo forse sarà solo un brutto ricordo. E’ comunque importante che ognuno di noi faccia il massimo in questa situazione per poter ripartire senza passi falsi. NOI SIAMO PRONT!!!!!!